Aritmia e carenza di potassio

La carenza di potassio, chiamata anche ipocalemia, avviene quando il corpo non contiene abbastanza potassio per svolgere correttamente le sue funzioni. Il tuo livello di potassio cade di solito tra 3,6 e 4,8 mEq / L di sangue. Quando i livelli di potassio scendono al di sotto di questa gamma normale, può causare una carenza di potassio. I livelli di potassio inferiori a 2,5 mEq / L sono considerati pericolosi per la vita, secondo MayoClinic.com.

Funzioni di potassio

Una delle funzioni più importanti di potassio è la regolazione dell’attività elettrica del cuore. Adeguate quantità di potassio assicurano che il cuore batte in successione regolare e ad una velocità normale. Altre funzioni di potassio includono la sintesi proteica, il metabolismo dei carboidrati, la regolazione dell’equilibrio acido-base, la costruzione muscolare e la crescita del corpo normale, secondo MedlinePlus.

Cause di carenza di potassio

La carenza di potassio può verificarsi da una serie di cause possibili. Ciò causa alcuni medicinali, l’uso di diuretici, diarrea in eccesso, disturbi alimentari, sudorazione eccessiva, vomito eccessivo o disturbi renali, come la sindrome di Cushing o iperaldosteronismo, secondo MedlinePlus. In rari casi, la carenza di potassio può verificarsi a causa di inadeguata assunzione di alimenti che contengono potassio.

Aritmia e altri sintomi

Se i livelli di potassio nel corpo scendono al di sotto del normale, l’attività elettrica del cuore può cambiare. Questa attività elettrica anormale può causare un aumento del battito cardiaco, una diminuzione del battito cardiaco o un battito cardiaco che ha un ritmo irregolare. Qualsiasi cambiamento nel battito cardiaco normale è chiamato aritmia. Altri possibili sintomi di carenza di potassio includono la debolezza, la stanchezza, i crampi muscolari e la stitichezza, secondo MayoClinic.com.

Trattamento

La maggior parte dei casi di carenza di potassio può essere corretto con un aumento dell’assunzione di potassio attraverso la dieta e l’integrazione. I lievi casi di carenza di potassio possono essere trattati con successo con l’integrazione orale di potassio. I casi più gravi possono richiedere l’integrazione endovenosa. Casi estremamente severi possono portare alla morte.

Fonti alimentari di potassio

Le fonti più ricche di potassio includono carni, pesce, prodotti di soia, latte, yogurt, noci, verdure e frutta. Le verdure con le più alte quantità di potassio includono broccoli, piselli, fagioli, pomodori, patate, patate dolci e squash invernali, secondo MedlinePlus. I frutti ricchi di potassio includono banane, cantalupo, agrumi, kiwi, prugne e albicocche.